Cooperativa Bessimo

Settore di attività: Altro
Numero di dipendenti: Meno di 50
Categorie preferite: Umanistica
Titolo di studio preferito: Laureando/a specialistica o vecchio ordinamento

La Cooperativa di Bessimo è una cooperativa sociale che opera dal 1976 nel campo del recupero e reinserimento di soggetti tossicodipendenti.

La prima comunità è stata aperta da don Redento Tignonsini, sacerdote bresciano rientrato da sette anni di missione africana, in una casa della parrocchia di Bessimo di Rogno (BG), piccolo comune all’inizio della Valle Camonica da cui la Cooperativa ha preso il nome.

La comunità, rivolta inizialmente all’emarginazione giovanile e adulta, si è col tempo indirizzata verso il fenomeno della tossicodipendenza, che prendeva piede in quegli anni nel territorio bresciano.

Riconosciuta Ente Ausiliario della Regione Lombardia dal 1980, la Cooperativa di Bessimo aderisce al settore Federsolidarietà dell’Unione Italiana Cooperative, al Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza (C.N.C.A.) ed al Coordinamento degli Enti Ausiliari della Lombardia (C.E.A.L.).

La Cooperativa gestisce in regime di accreditamento 14 comunità terapeutiche residenziali maschili, femminili, per donne con figli, per minori / giovani e per famiglie di tossicodipendenti, anche con moduli per poliassuntori, alcolisti e comorbilità psichiatrica femminile. Gestisce inoltre una comunità educativa per minori e madri in difficoltà, un Servizio di Bassa Intensità Assistenziale, servizi di supporto a persone in difficoltà (carcere, housing sociale), interventi di prevenzione, servizi di riduzione del danno nelle città di Brescia, Bergamo e Cremona.

Tutte le sedi della Cooperativa sono dislocate nelle Provincie di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova. Ogni comunità residenziale, accreditata dalla Regione Lombardia, accoglie, secondo la propria capacità ricettiva, da un minimo di undici a un massimo di ventisei persone (oltre ai bambini, dove previsti), con staff che vanno dalle sei alle dieci figure, in base all’accreditamento.

I posti letto accreditati sono 290 (dati al novembre 2016). Tutto il personale viene selezionato attraverso colloqui e test attitudinali seguendo poi un percorso formativo permanente. Tutti gli staff effettuano una supervisione a cadenza quindicinale. Nelle comunità terapeutiche specialistiche per donne con figli e per nuclei familiari vengono inseriti anche i figli, su progetti realizzati con i servizi sociali territoriali e in alcuni casi con il Tribunale dei Minori.

La Cooperativa, attraverso un apposito staff che si occupa di prevenzione, propone sul territorio interventi diversificati di informazione e sensibilizzazione su disagio giovanile e tossicodipendenza, rivolti a genitori, scuole, parrocchie, comuni e associazioni. All’aprile 2017 la Cooperativa di Bessimo gestisce

• quattordici comunità terapeutiche residenziali (di cui una con un modulo di commorbilità psichiatrica e sei con moduli per per poliassuntori e alcoldipendenti),

• un Servizio di Bassa Intensità Assistenziale,

• una comunità educativa per minori e madri in difficoltà,

• una rete di appartenenti per l’housing sociale

• servizi di riduzione del danno nelle città di Brescia, Bergamo, Crema e Cremona.

• tre servizi di supporto (Servizio Accoglienza, Sede Amministrativa, Ufficio Legale),

• un servizio di counseling per adolescenti e giovani

• un servizio di counseling rivolto a familiari di persone con problemi di dipendenza

• servizi di supporto a persone in difficoltà (carcere, condominio)

• interventi di prevenzione,

• interventi per il contrasto al gioco patologico

Nelle diverse sedi prestano servizio continuativo 200 persone (donne al 78%), di cui 180 rivolte all’intervento educativo e 20 per i servizi di supporto (dati relativi al dicembre 2015).